Condizioni per l’accoglienza

OGNI CANE CHE SOGGIORNA CON NOI DEVE ESSERE

-Di proprietà
-Iscritto all’anagrafica
-Avere il libretto sanitario

È obbligatorio l’inserimento del cane all’interno della struttura, che comprende:
Un primo incontro dove il cane conosce l’ambiente dove sarà ospite e il proprietario può valutare l’adeguatezza del luogo.
Compilare scheda biografica/comportamentale con tutte le informazioni utili per una corretta gestione dell’individuo in pensione.
Un successivo incontro dove il cane resta per minimo 2 ore, in questo momento l’operatore entra in relazione con l’ospite valutando la sua relazione con l’ambiente, con l’operatore stesso e con altri individui.

Se necessarie, una o più visite diurne e/o notturne.
In caso si evidenzino disagi emotivi da parte del cane, si consiglia una consulenza con uno specialista del comportamento animale. L’inserimento proseguirà con le indicazioni dei professionisti.
Per i gatti non è indispensabile l’inserimento considerate le sue peculiarità. All’arrivo del gatto è opportuno compilare una scheda biografica/comportamentale. È possibile la visita dello spazio nel quale sarà ospitato il gatto dove il proprietario valuta l’idoneita dell’ambiente.